Condividi:

facebook twitter linkedin google email
Pubblicata il 17 agosto 2018 | Ambiente ed Energia

Raccolta differenziata confermata a oltre il 77%

Raccolta differenziata confermata a oltre il 77%
A Castel San Pietro si conferma anche nel mese di luglio un dato di raccolta differenziata che supera il 77%, contro il 48,4% dell'analogo mese 2017. Un balzo in avanti che, grazie alla collaborazione e all'impegno di cittadini e imprese e alla riorganizzazione dei servizi in 140 Isole Ecologiche di Base, promossa dall'Amministrazione comunale in collaborazione con Hera, si avvicina al traguardo dell'obiettivo del 79% entro il 2020, stabilito dalla Regione Emilia-Romagna per i comuni di pianura come Castel San Pietro Terme. 

“I dati confermano in maniera inequivocabile la scelta vincente dell'Amministrazione Comunale e che cittadini ed imprese hanno fin da subito appreso il nuovo sistema – commenta Tomas Cenni, Assessore all'Ambiente del Comune di Castel San Pietro Terme -. Tutti insieme abbiamo portato Castel San Pietro Terme ad essere finalmente un comune virtuoso in tema di raccolta differenziata. I buoni risultati però non ci devono far abbassare la guardia. Nelle prossime settimane continueremo sia l'attività di monitoraggio del sistema sia il controllo del territorio insieme alle Guardie Ecologiche e alla Polizia Municipale. Inoltre verranno potenziati anche alcuni importanti servizi, come quello della raccolta gratuita a domicilio degli ingombranti”.

   

Più che dimezzato l'indifferenziato, la carta nei cassonetti vince sulla raccolta porta a porta, raddoppiati gli sfalci
La chiusura dei cassonetti, apribili solo con l'apposita Carta Smeraldo fornita in dotazione da Hera, è stata avviata dal 29 maggio e nel solo mese di luglio l'indifferenziato è sceso dalle circa 645 tonnellate dello stesso mese 2017 alle 267 del 2018, più che dimezzandosi e confermando, anche in questo caso, il calo già riscontrato nei mesi di maggio e giugno. Rispetto al sistema precedente, nel trimestre maggio-luglio la raccolta carta nei nuovi cassonetti con il coperchio blu è quasi raddoppiata (da 67 tonnellate si è passati a quasi 128) rispetto al precedente porta a porta con sacchi. Vetro, plastica e lattine complessivamente sono passati da 163 a 289 tonnellate mentre l'organico si moltiplica da 47 a 416 tonnellate. Aumenta sensibilmente anche la raccolta di verde e le potature, che cresce da 256 a 429 tonnellate.

Buona purezza e qualità dei materiali conferiti dai castellani
I castellani sono molto bravi a differenziare e utilizzano bene il nuovo sistema. Lo dimostrano la purezza e qualità dei materiali conferiti. I nuovi contenitori infatti vengono periodicamente svuotati e ne viene analizzato il contenuto da un ente certificatore esterno. Nei cassonetti di carta e il cartone la qualità è di circa 96%; plastica e lattine raggiungono l'89% (il 5% delle impurità è rappresentato dal vetro), probabilmente il cambio delle abitudini con il passaggio da un'unica campana per vetro/plastica/lattine a due contenitori distinti, di cui uno per il solo vetro, deve ancora essere recepito pienamente. Nella campana del solo vetro la purezza raggiunge quasi il 94% mentre i bidoni dell'organico arrivano all'87%. Una buona qualità di quanto conferito permette il recupero di un maggior quantitativo di materiale, che può così essere riutilizzato.

Aumentata di 7,5 volte la richiesta di compostiere
Nel Comune, da gennaio a luglio 2018 sono state 150 le richieste di compostiere arrivate ai servizi ambientali di Hera contro le sole 20 del 2017. La comunicazione fornita dagli informatori ambientali passati casa per casa e contenuta anche negli appositi opuscoli distribuiti sui nuovi servizi hanno senza dubbio contribuito a questo deciso innalzamento della domanda.
La compostiera viene fornita in uso gratuito da Hera, insieme a un vademecum con le istruzioni per l'uso, a chi ne fa richiesta avendo un'area verde di proprietà. Dal 1 gennaio 2018 a Castel San Pietro, nell'ambito della riorganizzazione dei servizi, è cresciuto da 5,16 a 6 euro/anno per ciascun componente del nucleo famigliare lo sconto per il suo utilizzo. Attraverso il compostaggio i residui della preparazione dei pasti, gli scarti di cibo e dell'orto, l'erba del prato ed il fogliame, la cenere di legna ecc. vengono trasformati in concime organico riutilizzabile nello stesso orto e nel giardino.

Potenziamento della raccolta a domicilio degli ingombranti
Sono cresciute anche le richieste per il servizio di ritiro a domicilio degli ingombranti. Dalle 503 prenotazioni arrivate al Servizio clienti di Hera dell'intero 2017, si è passati alle 413 dei soli primi 7 mesi del 2018. Per questo l'Amministrazione comunale ha deciso di aumentare la frequenza del servizio, che, da settembre, raddoppia, passando da una a due volte la settimana. In questo modo si riuscirà a fornire una disponibilità maggiore dando una risposta efficace in tempi più rapidi. Anche in questo caso sicuramente la campagna informativa capillare sulle nuove modalità di raccolta rifiuti ha dato un contributo importante a fare conoscere ulteriormente il servizio che permette anche di ridurre il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti. Si ricorda che gli ingombranti possono essere conferiti anche direttamente alla stazione ecologica.

Arrivano a sei i contenitori posizionati nel Comune per la raccolta differenziata degli oli alimentari
Nel Comune sono stati già posizionati da Hera tre nuovi contenitori per la raccolta stradale degli oli alimentari, avvicinando così sempre di più questa raccolta, già presente alle stazioni ecologiche, ai cittadini. Ecco le nuove posizioni: Poggio Grande, in via San Biagio 4630 davanti alle scuole; Palesio, in via Monte Calderaro 131; Osteria Grande, via Broccoli 41 davanti al centro civico. I tre contenitori si aggiungono ad altrettanti già collocati da tempo sul territorio nel parcheggio della scuola media Pizzigotti, nella postazione cassonetti esistente sul lato del campo sportivo; all'incrocio fra via Togliatti e via Allende vicino al centro commerciale Bertella; a Osteria Grande nei pressi di via Grassi 11, davanti al centro commerciale.

 

COMUNICATO STAMPA IN COLLABORAZIONE CON HERA
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
email (PEC): comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni:
protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl