Condividi:

facebook twitter linkedin google email
Pubblicata il 22 maggio 2019 | Governo della Città

Circolare interpretativa sul POC

In seguito all'approvazione del “POC1 – 2017/2022”, (delibera del Consiglio comnuale N° 34 del 21/03/2019) si comunica che dal 17 aprile 2019 devono considerarsi edificabili soltanto le aree
espressamente previste come tali dal RUE e dal POC.

Il POC ha individuato i comparti suscettibili di attuazione tramite Piano Urbanistico Attuativo (PUA) oltre che agli ambiti DN (Dotazioni Territoriali) per i quali è prevista la cessione al Comune con riconoscimento di capacità edificatorie perequative, le aree ricomprese in tali ambiti saranno quindi oggetto di obbligo di imposizione IMU come aree fabbricabili.

Tutte le altre aree classificate dal PSC come urbanizzabili possono quindi essere considerate agricole non potendo essere oggetto di trasformazione urbanistica con percorsi ordinari.
La nuova disciplina urbanistica regionale dettata dalla LR N° 24/2017, consente nel regime transitorio la
possibilità di attivare i comparti di PSC non ricompresi nel POC, all'interno di un procedimento che
discrezionalmente le amministrazioni comunali possono attivare tramite specifico avviso, a tal proposito il Consiglio comunale con deliberazione N° 146 del 19 dicembre 2018 ha fornito indirizzo alla Giunta di
predisporre l'avviso che con atto di Giunta n°120 del 21 maggio 2019 è stato approvato, le aree che
saranno oggetto dei successivi accordi operativi, dovranno essere riconsiderate dal punto di vista dei valori impositivi IMU, a conclusione dei procedimenti specifici.

A seguito dell'approvazione del POC, le aree di PSC non inserite nello strumento sono assoggettate alla
disciplina del RUE del territorio rurale, come indicato anche, all' art. 3.7.1 del Tomo III del Regolamento.
Il combinato disposto della LR 20/2000 e della nuova LR N° 24/2017 assegna una tempistica definita per l'attuazione degli ambiti inseriti in POC, con termine di presentazione dei dei PUA – Piani Urbanistici
Attuativi entro il 31 dicembre 2020 e successiva sottoscrizione della convenzione urbanistica entro i due
anni successivi (31 dicembre 2022) Nel frattempo l'attuale strumentazione urbanistica composta da PSC, RUE e POC sarà sostituita dal PIANO URBANISTICO GENERALE” (PUG).
Allegati alla pagina
Scarica la circolare
Dimensione file: 152 kB [Nuova finestra]
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
PEC: comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni: protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl