Condividi:

facebook twitter linkedin google email
Pubblicata il 11 novembre 2019 | News

Progetto CSPT: al lavoro per la sicurezza con il sostegno di Regione ER

Progetto CSPT: al lavoro per la sicurezza con il sostegno della Regione ER
E' stato presentato in conferenza stampa nella sede municipale il progetto “CSPT - Citizens Security emPowermenT, promosso dall'Amministrazione Comunale con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, con l'obiettivo di rafforzare la sicurezza nella comunità di Castel San Pietro Terme.
Sono intervenuti: Fausto Tinti-Sindaco del Comune di Castel San Pietro Terme, Giammaria Manghi-Sottosegretario alla Presidenza della Giunta della Regione Emilia-Romagna, Francesca Marchetti-Consigliera della Regione Emilia-Romagna,Gian Guido Nobili, Responsabile Area Sicurezza Urbana e Legalità della Regione Emilia-Romagna.
Erano presenti inoltre: Andrea Bondi, Vicesindaco del Comune di Castel San Pietro Terme, Giuliano Giordani-Assessore alle Politiche per la Sicurezza del Territorio del Comune di Castel San Pietro Terme, Leonardo Marocchi-Ispettore Capo della Polizia Municipale di Castel San Pietro Terme, Antonio Rossi-Luogotenente Stazione Carabinieri di Castel San Pietro Terme.

 
Due momenti della conferenza stampa

Nella foto di gruppo in alto a destra, da sinistra: Luogotenente Antonio Rossi-comandante Stazione Carabinieri Cspt, Ispettore Capo Leonardo Marocchi-Polizia Locale Cspt, Vicesindaco Andrea Bondi, Sindaco Fausto Tinti, Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Giammaria Manghi, Consigliera regionale Francesca Marchetti, Resp. Area Sicurezza Urbana e Legalità RER Gian Guido Nobili, Assessore Giuliano Giordani.


Dall'inizio della legislatura ad oggi la Regione Emilia-Romagna ha finanziato in tutta la provincia di Bologna, con oltre 647 mila euro, 15 progetti per la sicurezza urbana, in attuazione della legge regionale 24/2003 che contiene le norme per la promozione di un sistema integrato di sicurezza delle città e del territorio regionale e per la prevenzione della criminalità. A Castel San Pietro Terme sono stati dedicati 101 mila euro per 2 progetti.

Il progetto “CSPT - Citizens Security emPowermenT” è stato finanziato nel 2019 ed è finalizzato alla realizzazione di un intervento di prevenzione integrata con tre azioni principali volte ad incrementare la consapevolezza e la partecipazione attiva dei cittadini al presidio del territorio per la sicurezza a fianco delle forze dell'ordine e dell'amministrazione comunale: la riqualificazione urbana, il videocontrollo e il potenziamento dell'illuminazione nella zona di via Mazzini nel centro storico; l'aumento della presenza della videosorveglianza nelle frazioni di Molino Nuovo, Varignana, Gaiana, Pellizzara-Cà Priva, Picchio e Borghetto; la promozione dei gruppi di controllo di vicinato nel territorio comunale.
Il costo totale degli interventi è di 96 mila euro e la Regione assicura un contributo di 66 mila euro.

Il progetto di quest'anno segue quello finanziato nel 2017 dalla Regione con 35 mila euro (sui 50 mila totali) e destinato ad attività di rianimazione sociale in alcune aree del centro cittadino interessate anche da interventi urbanistici di riqualificazione.

Fino ad oggi complessivamente sono stati sottoscritti, in 68 Comuni e 19 Unioni dell'Emilia-Romagna, circa 100 accordi di programma o protocolli di intesa di sicurezza integrata, con un impegno finanziario della Regione di oltre 5 milioni di euro. Nel 2019, la Giunta regionale ha raddoppiato gli stanziamenti rispetto all'anno precedente, mettendo a bilancio oltre 2 milioni di euro per la sicurezza nelle città.

I progetti realizzati in collaborazione con le amministrazioni comunali hanno riguardato il sostegno regionale (tecnico e finanziario) all'ammodernamento o creazione ex novo di impianti di videosorveglianza per il controllo e la sicurezza del territorio, la riqualificazione di aree urbane degradate, il potenziamento dell'illuminazione pubblica e attività di prevenzione sociale e comunitaria, anche attraverso iniziative di controllo di vicinato, animazione e presidio sociale delle città.

L'intervento di Giammaria Manghi, sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale,
«Attraverso lo strumento pattizio abbiamo messo a disposizione risorse regionali per dare la possibilità alle comunità e amministrazioni locali di costruire progetti e interventi concreti per aumentare la sicurezza dei cittadini. Sistemi di videosorveglianza e di telesoccorso, illuminazione degli spazi pubblici, riqualificazione e rigenerazione urbana, combinati con azioni di animazione e di socializzazione. Sono queste le principali misure adottate nelle città dell'Emilia-Romagna grazie agli accordi di programma sottoscritti dalla Regione e dai territori. Il concetto chiave, riconosciuto anche a livello internazionale, è quello della prevenzione integrata: ovvero agire sui fattori di rischio della criminalità urbana mettendo in campo interventi trasversali e coinvolgendo sia le istituzioni e le diverse polizie sia le agenzie educative e i cittadini, attraverso le associazioni di volontariato. Le politiche integrate per la sicurezza urbana prevedono attività diverse con un unico obiettivo finale: garantire il miglior livello di sicurezza possibile e aumentare la qualità di vita dei cittadini dell'Emilia-Romagna».

La dichiarazione di Fausto Tinti, sindaco di Castel San Pietro Terme
«Attraverso questo progetto incrementiamo significativamente e strategicamente la dotazione strumentale di videosorveglianza nel territorio e vogliamo spingere i cittadini ad essere sempre più consapevoli, responsabili e attivi nel controllo del territorio in termini di sicurezza, con le modalità e gli strumenti adeguati che la Regione Emilia Romagna ha messo e mette a disposizione dei comuni. Ringrazio il Presidente Bonaccini, il Sottosegretario Manghi e il personale dell'Area Sicurezza Urbana e Legalità della Regione per aver creduto e finanziato il nostro progetto e la Consigliera Regionale Marchetti per averci seguito con attenzione in questo percorso, migliorandone l'efficacia e favorendo coprogettazione con la Regione».

Info sui Gruppi di vicinato attivi nel territorio di Castel San Pietro Terme:
http://www.cspietro.it/16/435/citta-e-territorio/gruppi-di-vicinato

Scarica l'opuscolo sul Controllo di vicinato:



Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
PEC: comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni: protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl